Il tuo browser non supporta JavaScript!

I più venduti

Ananke 72. Maggio 2014 Pdf
formato: Ebook | editore: Altralinea Edizioni | anno: 2016
Anno: 2016
Effetto Foucault
€ 6,99
Il Circo Ebook
formato: Ebook | editore: Valentina Tomi | anno: 2017
Anno: 2017
“Mamma mi porti al circo?” Arti circensi
€ 3,49
Ritorno a Delfi Epub
formato: Ebook | editore: Edizioni e/o | anno: 2012 | pagine: 334
Anno: 2012
Vivì Choleva, donna di mezza età, infermiera a domicilio, decide di concedersi una breve vacanza nella zona archeologica di De
€ 8,99
Il risparmiatore maleducato Pdf
formato: Ebook | editore: IlSole24Ore | anno: 2017 | pagine: 128
Anno: 2017
Come le trappole mentali condizionano la nostra mente quando ha a che fare con il denaro
€ 10,00
Erano gli anni della TV dei ragazzi. Figli delle stelle e degli anni '70 Ebook
formato: Ebook | editore: Alina Di Mattia | anno: 2017
Anno: 2017
Dallo scandalo Lockeed ad Aldo Moro, dal Carosello al Tempo delle mele, dalla Beat Generation
€ 4,49

La Grande guerra e la dissoluzione di un Impero multinazionale

Sconto
1,00€
Epub
La Grande guerra e la dissoluzione di un Impero multinazionale
Ebook
Social DRM
titolo La Grande guerra e la dissoluzione di un Impero multinazionale
argomenti Saggistica > Scienze
editore Fondazione Bruno Kessler
formato Ebook - Epub
protezione Social DRM

Informazioni sulla protezione

X
pubblicazione 2017
ISBN 9788898989300
Scrivi un commento per questo prodotto
 
Promozione valida fino al 31/12/9999
€ 14,99 € 13,99

Ebook in formato Epub leggibile su questi device:

La dissoluzione dell’Impero asburgico a seguito delle vicende della Prima guerra mondiale costituisce un fenomeno storico di grande interesse. Al contrario di altri imperi che si dissolsero con la vicenda bellica (l’Impero zarista o quello ottomano), la compagine imperiale degli Asburgo non appariva vittima di un mancato adeguamento alla modernizzazione, anche se da più parti si notavano le contraddizioni con cui questo fenomeno era stato gestito. Anche la sua natura di Stato multinazionale era percepita come un dato di ambiguità: da un lato i richiami alle identità nazionali si erano andati rafforzando fra fine del XIX e inizi del XX secolo, dall’altro sembravano tenere le tradizionali legittimazioni che coniugavano moderati mantenimenti delle identità etniche con connessioni alla figura patriarcale dell’imperatore e alla neutralità burocratica del governo di Vienna. Su questo universo la «Grande guerra» si riversò come un terremoto, costringendo l’Impero a misurarsi tanto con le sue arretratezze di sistema politico quanto con lo spinoso tema del «patriottismo», risorsa essenziale nel quadro di un conflitto che sempre più si andava caratterizzando come uno sforzo globale di quella che avrebbe dovuto essere una «nazione».