Il tuo browser non supporta JavaScript!

I più venduti

Proteggimi Epub
formato: Ebook | editore: HarperCollins Italia | anno: 2016 | pagine: 336
Anno: 2016
Slow Burn Series 1Quando la sorella di Caleb, rampollo della potente e ricca dinastia dei Devereaux viene rap
€ 6,99
La riclassificazione del bilancio - Quaderno Epub
formato: Ebook | editore: Youcanprint | anno: 2016
Anno: 2016
La fase di riclassificazione non consiste in una mera riesposizione dei dati di bilancio da svolgersi secondo procedure standa
€ 1,99
Teatro Pdf
formato: Ebook | editore: Bompiani | anno: 2013 | pagine: 3134
Anno: 2013
L’opera di Molière - oltre a riempire da tre secoli non solo teatri e biblioteche - è anche riuscita a imporre alcuni personag
€ 2,99
La strana coda della serie n^n^...^n Pdf
formato: Ebook | editore: Marco Ripà | anno: 2013
Anno: 2013
Un viaggio guidato tra i grandi numeri che permette alla mente di esprimere un potenziale spesso sopito
€ 0,99

Eravamo tutti vivi

Epub Eravamo tutti vivi
Ebook
Adobe DRM
titolo Eravamo tutti vivi
autore
argomenti Narrativa Italiana e straniera
collana Marsilio Romanzi
editore Marsilio
formato Ebook - Epub
protezione Adobe DRM

Informazioni sulla protezione

X
pagine 288
pubblicazione 2018
ISBN 9788831708777
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 9,99

Ebook in formato Epub leggibile su questi device:

Gli amori e le morti, i figli e le fughe, i divorzi e i tradimenti. Eravamo tutti vivi racconta la vita di sette amici tra il 1993 e il 2013, nei vent’anni in cui in Italia e nel mondo tutto cambia: i movimenti di massa diventano effimeri, la globalizzazione tocca e ferisce, il neoliberismo mostra il suo volto disumano. Sullo sfondo di una città, Padova, che si trasforma attraverso le vicende dei centri sociali, i cambiamenti politici e gli scontri sugli immigrati di via Anelli, le esistenze dei personaggi scorrono, si incrociano, si allontanano. Quando si ritroveranno al funerale di Max saranno costretti a guardarsi indietro, e a domandarsi: «Che cosa abbiamo fatto delle nostre vite? Delle nostre speranze? Dei nostri desideri?» Con molta sapienza narrativa e una lingua agile e precisa Claudia Grendene, qui all’esordio, ci restituisce il ritratto di una generazione quasi invisibile, passata dai sogni di rivoluzione all’incertezza, dagli studi universitari al precariato, dai desideri di libertà alla frustrazione. Un romanzo doloroso e vero, abitato da persone nelle quali ci riconosciamo.