Il tuo browser non supporta JavaScript!

I più venduti

Dizionario Enciclopedico dell'Audio Hi-Fi Ebook
formato: Ebook | editore: Bruno Fazzini | anno: 2015
Anno: 2015
Quando scegliere le valvole e quando lo stato solido? Che differenza c’è fra un triodo e un pentodo? In quali casi
€ 9,99
I love BDSM. Guida per principianti ai giochi erotici di bondage, dominazione e sottomissione. Epub
di Ayzad
formato: Ebook | editore: 80144 Edizioni | anno: 2015
Anno: 2015
I love BDSM è la prima guida per avvicinarsi, con leggerezza ed equilibrio, ai giochi erotici di dominazione e sottomis
€ 6,99

I diari di Falcone

Pdf I diari di Falcone
Ebook
Adobe DRM
titolo I diari di Falcone
sottotitolo Le verità nascoste nelle agende elettroniche del giudice
autore
collana Chiarelettere Principio Attivo
editore Chiarelettere
formato Ebook - Pdf
protezione Adobe DRM

Informazioni sulla protezione

X
pagine 256
pubblicazione 2018
ISBN 9788832960921
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 9,99

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

 
Disponibile in altri formati:
I diari di Falcone. Le verità nascoste nelle agende elettroniche del giudice Epub
formato: Ebook | editore: Chiarelettere | anno: 2018 | pagine: 256
Anno: 2018
Dalle agende elettroniche di Giovanni Falcone, nuovi inquietanti misteri sulla strage di Capaci
€ 9,99
Dalle agende elettroniche di Giovanni Falcone, nuovi inquietanti misteri sulla strage di Capaci.

Negli ultimi sei mesi il giudice annotò tutti i suoi impegni su due databank.
Ma troppe cose non tornano.

Con un’intervista inedita all’avvocato Salvatore Petronio che difese Salvatore Biondino, l’uomo considerato il trait d’union tra Riina e il commando.

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono velocemente nella vicenda della strage di Capaci. A distanza di molti anni, dopo processi, depistaggi, falsi testimoni, morti sospette, e diversi interrogativi irrisolti, questo libro recupera materiali rivelatori che sono stati trascurati nelle inchieste della magistratura e che invece aiutano a capire che cosa è successo quel 23 maggio 1992. E perché.
Le agende personali fanno paura: quella di Borsellino è scomparsa e quelle di Falcone, esaminate dai periti Gioacchino Genchi e Luciano Petrini (morto troppo presto), nonostante strane interruzioni, pongono domande decisive: sugli incontri del giudice con funzionari russi per indagare sui finanziamenti clandestini del Pcus; su come sia stato possibile che la mafi a sapesse il giorno e la data del suo viaggio a Palermo; sul suo misterioso viaggio a Washington; su dove sia stato tra il 28 aprile e il primo maggio prima dell’attentato; e molte altre ancora.
In questa meticolosa inchiesta, l’autore mette in relazione fatti, testimonianze, appunti personali, e traccia un quadro inedito che apre nuovi scenari sulla morte del giudice, dimostrando come essa vada inserita all’interno di una più generale strategia di destabilizzazione che ha interessato il nostro paese alla fine della Prima repubblica.

  

Indice del libro

Copertina pag. 1
Pagina di copyright pag. 3
Sommario pag. 5
Questo libro pag. 9
Le agende dimenticate pag. 9
La campagna d’odio contro Genchi pag. 10
Qualcuno sapeva pag. 11
Prologo pag. 13
L’ora X pag. 13
Perché i mafiosi conoscevano gli spostamenti di Falcone? pag. 17
Una strana telefonata prima dell’attentato pag. 21
Prima parte. Rebus pag. 24
Prima del 23 maggio 1992 pag. 25
Due agende fantasma pag. 35
Il ruolo degli americani pag. 54
L’autunno caldo del ’92 pag. 70
Seconda parte. Gli ultimi sei mesi di Giovanni Falcone pag. 89
Memorandum pag. 90
Dicembre. Gaspare Mutolo e l’«uomo Plasmon» pag. 97
Gennaio. L’oro di Mosca pag. 115
Marzo. Mistero in due agende pag. 137
Il viaggio a Washington e il piano di destabilizzazione pag. 148
L’ultimo giorno di Giovanni Falcone pag. 183
Una profezia inquietante pag. 200
Terza parte. Le vie dei telefoni pag. 218
L’affare tra Francesco Di Carlo e Totuccio Contorno pag. 219
L’ultima inchiesta di Giovanni Falcone pag. 231
Appendice. Intervista a Salvatore Petronio pag. 237
Ringraziamenti pag. 248
Seguici su IlLibraio pag. 249