Il tuo browser non supporta JavaScript!

I più venduti

Ananke 72. Maggio 2014 Pdf
formato: Ebook | editore: Altralinea Edizioni | anno: 2016
Anno: 2016
Effetto Foucault
€ 6,99
Schemi & Schede di Diritto Processuale Penale. Aggiornata alla L. 23-3-2016, n. 41 (Omicidio Stradale) Pdf
formato: Ebook | editore: Edizioni Simone | anno: 2016 | pagine: 226
Anno: 2016
Gli «Schemi & Schede di Diritto penale» intendono fornire un utile strumento di ripasso a quanti, già avviati allo studio del
€ 10,49
Il Circo Ebook
formato: Ebook | editore: Valentina Tomi | anno: 2017
Anno: 2017
“Mamma mi porti al circo?” Arti circensi
€ 3,49
Ritorno a Delfi Epub
formato: Ebook | editore: Edizioni e/o | anno: 2012 | pagine: 334
Anno: 2012
Vivì Choleva, donna di mezza età, infermiera a domicilio, decide di concedersi una breve vacanza nella zona archeologica di De
€ 8,99
Psicologia. Sintesi Super Pdf
formato: Ebook | editore: Vallardi | anno: 2013 | pagine: 264
Anno: 2013
Nel 1879 il tedesco Wilhelm Wundt fonda all’Università di Lipsia il primo «laboratorio psicologico»
€ 8,99

Nelle piaghe del Leone

Epub Nelle piaghe del Leone
Ebook
Social DRM
titolo Nelle piaghe del Leone
autore
argomenti Saggistica > Politica, Viaggi e guide
collana Delos Passport
editore Delos Digital
formato Ebook - Epub
protezione Social DRM

Informazioni sulla protezione

X
pubblicazione 2017
ISBN 9788825403237
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 2,99

Ebook in formato Epub leggibile su questi device:

Viaggi - reportage (98 pagine) - Il Kurdistan, tra uomini e donne che vivono, lottano e sognano.



Il leone è considerato dai curdi il simbolo del Kurdistan. Un simbolo pregnante, che ben incarna la fierezza e la combattività dei suoi popoli. Ma anche un simbolo che si presta a visualizzare pure le profonde ferite di una terra discriminata, dilaniata, lacerata da confini politici artificiali, da guerriglie e guerre senza fine, e insieme confusa nella sua stessa essenza da una complessità di forze ideologiche e militari, di identità religiose e nazionali, di necessità e aspirazioni, con tutte le contraddizioni che ciò comporta.

È dunque un leone indomito ma straziato, il Kurdistan. Ed è nelle sue piaghe che ci conduce la giornalista Selene Verri, con questo reportage capace di destreggiarsi tra simpatie e oggettività, tra esperienza personale, narrata in soggettiva, e approccio giornalistico, tra grandi idee e piccoli bisogni, tra la drammaticità dei fatti geopolitici e del quotidiano umano e le vicissitudini (spesso anche divertenti, o quantomeno trattate con ironico sorriso) di chi viaggia tra Turchia, Iraq e Siria, in quello che (non) è il Kurdistan.



Selene Verri è una giornalista per vocazione. Ha lavorato da free lance per Radio Popolare, Avvenire, Avvenimenti, Affari Italiani. Attualmente, collabora, tra gli altri, per il canale televisivo Euronews. È nata a Milano e risiede in Francia, a Lione, ma è spesso in movimento per professione e per passione, in particolare nella aree del cosiddetto Kurdistan, che inizia a scoprire sul campo sin dal 2002. Nel 2010, in Iraq, ha intervistato Murat Karayilan, leader militare del PKK (Partito dei Lavoratori del Kurdistan). In quell’occasione, è stata accompagnata dal fotografo Giovanni Sacchetti, insieme al quale ne ha tratto una mostra allestita a Lyon nel 2014, oltre che un libretto fotografico (Rojbaş – Bienvenue au Kurdistan). Nel 2013, Verri ha ottenuto la menzione “Talenti emergenti” al premio Giornalisti del Mediterraneo per il reportage Proteggere il patrimonio culturale per salvaguardare il futuro trasmesso da Euronews.